La nostra storia

Agli inizi degli anni sessanta, nel borgo di San Vito a Piossasco, un piccolo gruppo di giovani d’età compresa tra i sedici e i venti anni diede vita ad un Coro con un repertorio di canti di montagna. La direzione fu affidata a Paolo Mola. L’attività durò quattro anni, poi alcuni si trasferirono fuori Piossasco ed il Coro si sciolse per la mancanza di un organico sufficiente.

Nella primavera del 1974 si decise di ritentare; fu sparsa la voce e le adesioni non mancarono. Per alcuni mesi si fecero esperimenti: gli aspiranti cantori erano una quarantina e la “sala prove” una stanzetta nella casa Parrocchiale della Chiesa Santi Apostoli.

Nel dicembre 1974 maturò la convinzione di poter dare vita ad una formazione realmente motivata e fu decisa la costituzione del Coro sotto la direzione di Paolo Mola. A partire dal 1976 le prove furono effettuate a San Vito nella Cappella Santa Elisabetta, che ancora oggi è la sede del coro.

Nei primi anni le scelte di repertorio erano orientate verso”i classici” di montagna e i canti delgi alpini; dalla metà degli anni ’80 è stato poi privilegiato lo studio di canti della tradizione popolare della nostra regione. Più recentemente sono stati proposti nei concerti dei “temi” specifici: di qui l’approfondimento di particolari generi di canti quali, ad esempio, quelli sul lavoro o riferiti a determinati periodi storici.

Negli oltre trent’anni d’attività il coro ha studiato 150 canti, effettuato più di 300 Concerti, partecipato a trasmissioni televisive e ad importanti rassegne in Italia e all’Estero, inciso cinque musicassette e due CD.

Diverse sono state le attività svolte al di fuori dell’ambito strettamente musicale; le più significative tra queste sono l’impegno per il borgo di San Vito e i supporti dati ad iniziative di solidarietà.